Para Ice Hockey, buoni test per la Nazionale azzurra in Slovacchia

23/09/2023 | News Para Ice Hockey

Test importanti e buone indicazioni. La Nazionale italiana di para ice hockey torna dalla Slovacchia, al termine del primo raduno stagionale, e guarda al bicchiere mezzo pieno al termine di una quattro giorni che ha permesso agli azzurri di iniziare il lungo percorso di preparazione in vista degli importanti appuntamenti dei prossimi mesi.

A Dolný Kubín la squadra tricolore guidata dall’head coach Mirko Bianchi si è ritrovata ed ha subito affrontato un triplice test in amichevole contro la Nazionale slovacca, già in ottimo stato di forma per via della preparazione finalizzata alla partecipazione nei Mondiali Gruppo B di ottobre in Kazakistan.

Venerdì, nella prima sfida, gli azzurri si sono arresi 4-2 con le reti messe a segno da Nils Larch e Christoph Depaoli; equilibrata anche la seconda partita, giocatasi sabato e conclusa ai rigori con il successo per 5-4 degli slovacchi. A segno Depaoli, Larch e Alessandro Andreoni prima del rigore realizzato da Andrea Macrì, purtroppo non sufficiente ad avere la meglio sugli avversari.

Nell’ultimo incrocio l’Italia ha invece pagato dazio alla stanchezza cedendo 5-1 con la rete della bandiera realizzata da Depaoli.

Siamo stati sempre quasi sempre in partita e gli incontri si sono caratterizzati per l’quilibrio sul ghiaccio ad eccezione di oggi quando siamo crollati nel terzo tempo per un evidente calo fisico – spiega Mirko Bianchi -. Considerando che è stato il nostro primo raduno, tra l’altro con un giocatore nuovo e un portiere al rientro dopo un lungo infortunio, sono soddisfatto di quanto fatto anche perché non posso non considerare che la Slovacchia tra meno di un mese parteciperà al Mondiale e per questo è al top della preparazione. Dobbiamo migliorare un po’ a livello di ritmo e lavorare sulla zona neutra e la zona difensiva dove abbiamo commesso troppi errori. Bene invece dal punto di vista offensivo: la squadra ha messo in atto belle giocate e realizzato bei goal“.

Squadra che rientrerà in Italia con gli allenamenti che proseguiranno fino a fine settembre tra Egna, Varese e Torino così da dare continuità alle sessioni per tutto il gruppo tricolore.